Chi c’è dietro al marketing Bimbi in Cucina?

…un giorno, nella primavera del 2010, vidi entrare nel mio negozio di Macerata una ragazza alta, dallo sguardo pensoso, che spingeva un passeggino con un bimbetto biondissimo, roseo e paffutello.

Io ero una designer appassionata di marketing, che vendeva enogastronomia di livello e stoviglie monouso di eco-design, lei una enfant prodige che aveva abbandonato la carriera universitaria per seguire la famiglia.

Nulla si crea, tutto si trasforma.

In quel periodo Silvia Alessandrini Calisti creava Mammemarchigiane.it: un portale di settore, che sarebbe divenuto un vero punto di riferimento per il marketing in regione ed oltre; io l’aiutavo con l’ideazione del logo, ed uno scambio di servizi che si sono evoluti fino ad oggi. Quel sodalizio continua ancora, immutato.

Così, mentre la visibilità di Mammemarchigiane cresceva esponenzialmente, frutto di un lavoro “matto e disperato” (perché, seppure la carriera universitaria era conclusa, si scoprivano nuovi obiettivi da raggiungere), io chiudevo la mia attività, diventavo mamma plurima con questa idea fissa per il design e l’enogastronomia in mente. A cui, per ovvi motivi, si sovrapponeva il pensiero ricorrente dei bambini.

Il primo corso Bimbi in Cucina! giugno 2014
Il primo corso Bimbi in Cucina! giugno 2014

Un marketing sano unisce la domanda all’offerta, generando emozioni.

Nel 2014 abbiamo fatto il primo Bimbi in Cucina! un corso di cucina per bambini 4-10 anni con chef professionisti: io ne curavo lo sviluppo e Mammemarchigiane il web marketing, mentre ad un cuoco di livello era affidata la lezione. Fu un successo: dovevamo ancora imparare molto, ma l’idea era giusta. Pianificammo poche lezioni, alcune partirono altre no, ma la soddisfazione era tanta.

Una storia fatta di Baby Steps.

Un buon corso richiede un buon menù, una buona location, una buona mano per cucinarlo, un buon presentatore per trasmetterlo a genitori e figli. A questo si aggiunge il marchio e tanti dettagli d’immagine che i bambini apprezzano per sentirsi parte di un mondo, quello dei cuochi professionisti.

Una buona diffusione richiede un marketing mirato, che sappia chi è realmente interessato, dove, quando, a che prezzo. Diffidate di chi “nasce imparato”. Un buon progetto è frutto di formazione e tanto tantissimo lavoro. Come dire: i followers potete comprarli, le idee no. Persino le influencer (realmente) seguite ammettono meticolosa pianificazione, assiduità e disciplina.

calendario settimanale della colazione ideale
calendario settimanale della colazione ideale

Tanta attenzione ai dettagli: i servizi gratuiti.

Creare un’esperienza per bambini&adulti richiede un marketing un po’ speciale, che risponda alle mille domande ed esigenze che un genitore esprime ogni giorno. Un esempio? Offrire non solo i corsi ma una base da cui attingere per informazioni gratuite di vario genere.

  1. Nell’estate 2018, per presentare e supportare il Progetto Mare avviato con la biologa marina Olga Annibale, abbiamo fatto una serie di video tutorial (pubblicati nel profilo FB/bimbiincucinaconlochef) su come pulire e riconoscere il pesce fresco. Per questi video abbiamo coinvolto un pescatore e la pescheria di famiglia.
  2. Pubblichiamo periodicamente ricette da cucinare e mangiare insieme grandi e piccini

  3. Dietro suggerimento di Silvia è appena uscito su blog un redazionale sulla merenda dei bambini: ho aggiunto un calendario settimanale sulla colazione ideale, più una ricetta personalizzabile a cura della Chef Laura Assogna (a cui seguiranno altre ricette a scadenza periodica)

  4. Un blog di aggiornamento sui corsi ma anche sul mondo cibo e territorio, con articoli su specie autoctone, ma anche informazioni scientifiche (a cura della dott.ssa Olga Annibale) sul Progetto Mare e sulle specie sostenibili dell’Adriatico.

Procedendo in passi lenti e misurati, il giusto equilibrio tra marketing e prodotto, poche date ma di qualità, Bimbi in Cucina! è giunto nelle provincie di Macerata, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, ed ora anche Fermo.

Il lancio degli eventi è sempre stato a cura di Mammemarchigiane.it, la diffusione capillare su territorio è stata fatta con sponsorizzazioni Facebook. Dall’interazione con altre mamme-social, blogger ed influencer, sono inoltre nate nuove sinergie e contatti, da sviluppare nel tempo.

Baby Steps. Piccoli passi per grandi progetti!

 

2 pensieri riguardo “Chi c’è dietro al marketing Bimbi in Cucina?

  1. Potere alle donne!
    un grazie per la vostra voglia di creare qualcosa di straordinario e appassionato!

    Piace a 1 persona

    1. Tantissime donne come noi lavorano ogni giorno, nell’ombra, per creare qualcosa di bello. Quest’articolo è solo uno spiraglio su una grande, grandissima realtà dei fatti…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close