Pescato sostenibile: come scegliere il meglio in 4 semplici passi

Il pescato sostenibile: è più ricco di nutrienti, meno inquinato e non danneggia l’ecosistema.

Iniziamo dal dire che in tavola, per i nostri figli, vorremmo solo il meglio. I prodotti più ricchi di nutrienti e più “puliti” da agenti inquinanti e, perché no, eticamente validi. Così è partito il Progetto Mare: alla ricerca dei frutti del mare migliori per tutti!

Come fare? In 4 semplici passi….

1) Pescato sostenibile: Informiamoci PRIMA di fare la spesa

Qui vi aiutiamo io ed Olga Annibale, la nostra biologa marina: in breve, dovete evitare i grandi predatori (come tonni e pesce spada), i pesci cartilaginei (squali e razze) e tutte le specie che vengono da allevamenti impattanti per l’ecosistema e le popolazioni locali (sopratutto crostacei tropicali). Ci sono alcune eccezioni e strumenti di tutela (come le eco-labels), ma ve ne parleremo un’altra volta!

2) DOVE comprare il pescato migliore

Io ho trovato una pescheria gestita da una famiglia di pescatori, che dal mare portano direttamente il pescato in tavola, già pulito e cucinato per chi lo richiede! In questo caso specifico possiamo contare sul pescato di stagione ed una maggiore varietà, di tipi e pezzatura, persino nel pesce azzurro. Questa è chiaramente una fortuna, non accessibile a tutti.

Però potete fare del vostro meglio per cercare pescato sostenibile ed imparare a sceglierlo e prepararlo da soli. Vi consiglio comunque di instaurare un rapporto di fiducia con la vostra pescheria, vi aiuterà molto a scoprire primizie e specialità di stagione…

3) Impariamo a SCEGLIERE i prodotti giusti a bancone

Il pesce azzurro è un pescato sostenibile win-win: non assorbe materiali pesanti come i grandi predatori ed è ricchissimo di Omega3. E’ piuttosto grasso e saporito, quindi si presta per grigliate ed abbinamenti con sapori dolci (come pinoli, uva passa, semi in genere) e aciduli (limone, aceto, marinate in genere).

Poi il pesce locale, pescato e preparato “in tutte le salse”. Attenzione: pesci come il palombo (uno squalo legale in Italia ma già vietato in altre nazioni) e la rana pescatrice (pesce cartilagineo) sono altamente impattanti. La pescheria ben fornita deve tenerli a bancone per esigenza di mercato, ma è preferibile evitarli.

Capitolo crostacei: molti bambini ne vanno matti, evitate i surgelati e prendete quelli pescati con pescherecci più piccoli, in zone mediterranee.

I molluschi? Che delizia! I bambini adorano le vongole, quelle lupino vengono pescate in zona adriatica, seguendo regole che ne impongono una pezzatura minima. Ricordate: grande è meglio, per consentire alla specie di crescere e riprodursi. E tanti altri molluschi locali, come le raguse, i moscioli, moscardini, calamari e molti molti altri!

FAO zone di pesca
FAO zone di pesca

4) Impariamo a leggere le ETICHETTE

Il pesce locale ha sicuramente una minore Carbon Foot Print (cioè genera minor inquinamento nel trasporto) ed è più facile da controllare.

La zona di pesca è indicata dalla targhetta a bancone: L’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) ha diviso il mondo in varie zone assegnando a ciascuna un numero, consentendoci così di sapere esattamente da dove viene ciò che stiamo per mangiare. Il Mediterraneo in particolare è zona 37, il mare Adriatico la sottozona 37.2.

Insomma: tante sono le specie tra cui scegliere, fatelo al meglio!

2 pensieri riguardo “Pescato sostenibile: come scegliere il meglio in 4 semplici passi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close