5 buoni motivi per far cucinare i bambini

Cucinare, si sa, non è solo impastare ma molto di più.

 

Cucinare è una delle più coinvolgenti forme d’espressione….

…e i bambini ADORANO esprimersi!

Abbiamo osservato che durante un mini-ciclo di 3 lezioni, lo stesso soggetto acquisisce familiarità con gli strumenti, naturalezza ed infine raggiunge risultati più avanzati. Da mero esecutore si trasforma in protagonista, provando a sperimentare, caratterizzando i piatti eseguiti.

1 – Entrando in cucina il bambino può toccare, annusare, guardare, assaggiare.

Il piccolo chef stimola la micro-tattilità, a beneficio dell’attività neurologica. Scopre nuove forme e sapori, imparando differenze ed esprimendo il suo gusto.

2 – Il bambino tenta nuovi accostamenti, esprimendosi con creatività e sperimentando in prima persona l’effetto azione-reazione.

Cucinare è svolgere un compito e prendersi cura di qualcuno.

Troviamo così che partecipare alla cura della famiglia funge da grande stimolo al bambino

3- Acquisire fiducia in se stessi con azioni semplici o complesse, sempre rapportate alla propria età.

Seguire una ricetta e vedere immediatamente il risultato, tangibile e condivisibile con il resto della famiglia, è un’esperienza incredibilmente stimolante e gratificante.

Abbiamo provato a lezione 3 casistiche: cucinare con assaggio, cucinare con doggy bag per portare a casa i preparati, ed infine cucinare la cena di fine corso insieme al resto della famiglia. Nelle situazioni in cui il bambino viene messo alla prova e può condividere con il suo nucleo famigliare il frutto del suo lavoro, i risultati sono esponenzialmente migliori.

Imparare ad usare coltelli o strumenti taglienti?

Perché no? Lasciamo che i bambini entrino in cucina, diamo loro gli strumenti appropriati alla loro età, guidiamoli e…. lasciamoli fare!

4 – Apprendere l’uso delle lame accresce infatti l’abilità e la precisione manuale e stimola un miglior controllo dei movimenti.  Ma, più importante, stimola la sicurezza di se. Si possono prevenire incidenti domestici anche insegnando l’uso appropriato degli utensili e la loro effettiva pericolosità.

Conoscere il potere delle lame aiuterà inoltre a prevenire alcuni incidenti domestici: capire che il pelapatate è in grado di tagliare una carota, eviterà che il bambino lo usi in modo improprio.

5 – Maggior consapevolezza e concentrazione aiuteranno il bambino a confrontarsi positivamente con l’ambiente circostante

In 5 parole?

Questa improvvisa autonomia in un compito “da grandi” promuove quindi effetti tangibili ed immediati: manualità, creatività, autostima, sicurezza, concentrazione.

 

Lasciamoli cucinare in autonomia, sotto l’occhio vigile dell’educatore. Ne ricaveremo grandi soddisfazioni!

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close